Coppettazione

La coppettazione è una terapia che consiste nell’applicazione di coppette sulla pelle del paziente, attraverso la creazione di una pressione negativa.

coppettazione_100QUALI SONO I SUOI EFFETTI?

  • Riduzione del dolore e del tono muscolare

Le ipotesi più accreditate circa la modalità di azione nella riduzione del dolore prendono in considerazione un effetto metabolico ed uno neuronale.

Effetto metabolico: secondo questa teoria la coppettazione porta alla diminuzione di un’attività muscolare che, invece, si presenta incrementata. Secondo alcuni studi sull’effetto della coppettazione nelle cervicalgie, i pazienti presentano un’attività muscolare aumentata, in sede dolorosa, ed una diminuita circolazione sanguigna.Il tono muscolare e la circolazione sanguigna locale sono inversamente correlati, nei muscoli erettori spinali. Aumentando la microcircolazione, quindi, la Cupping Therapy induce una diminuzione della attività muscolare, con conseguente diminuzione del dolore.

Effetto neuronale: la coppettazione altera gli input provenienti dai nocicettori, dal midollo spinale e dal SNC.

“Mode of action of cupping–Local metabolism and pain thresholds in neck pain patients and healthy subjects, Emerich M. et Al., Complementary Therapies in Medicine, 2014”

“Cupping for treating pain: a systematic review. Kim JI, et Al., Evid Based Complement Alternat Med, 2011”

  • Migliora la circolazione (micro- e macro- circolo)

«Progress of researches on the mechanism of cupping therapy., Cui S, Cui J., Zhen Ci Yan Jiu, 2012»

«Intramuscular hemodynamics in bilateral erector spinae muscles in symmetrical and asymmetrical postures with and without loading. Masuda T et Al., Clin Biomech, 2006»

  • Terapia autonoma o di supporto ad altre terapie manuali (subito prima o subito dopo)

«La coppettazione è utilizzata, nella maggior parte dei casi, come coadivuante alle terapie classiche o alternative. Essa può agire da sola o enfatizzare gli effetti delle altre terapie, grazie all’allungamento dei tessuti muscolare e connettivo, in modo da diminuire la sintesi di TGF-b1 e collagene, che sono noti per innescare fibrosi e rigidità nel tessuto connettivo.»

“Tissue stretch decreases soluble TGFbeta1 and type-1 procollagen in mouse subcutaneous connective tissue: evidence from ex vivo and in vivo models, Bouffard NA, et Al., J Cell Physiol, 2008.”

“Pathophysiological model for chronic low back pain integrating connective tissue and nervous system mechanisms, Langevin HM, Sherman KJ, Med Hypotheses, 2007”

COME FUNZIONA?

coppettazione_101Le condizioni di malattia sono caratterizzate da una alterazione chimica del sangue. Diverse Sostanze correlate a stati patologici (sostanze responsabili della patologia e/o sostanze correlate alla patologia) sono presenti nel sangue e nei fluidi interstiziali e non possono essere espulse dai meccanismi fisiologici. La coppettazione aiuta la neutralizzazione di quelle sostanze patologiche.

Primo passo è l’applicazione coppettazione_02della coppetta A.  La pressione negativa applicata con la pompetta risucchia pelle e porta alla formazione di una « cupola» di pelle. B. Suzionando la pelle ha luogo l’attivazione della filtrazione dei fluidi dai capillari (filtrazione pressione-dipendente e taglia coppetta-dipendente). I Fluidi raccolti con la suzione dalla coppetta si accumulano nella cupola di pelle e si avvicinano all’epidermide ma non possono uscire a causa della barriera cutanea. Le particelle più piccole possono essere filtrate attraverso i capillari mentre le più grandi non lo possono.

“Therapeutic Benefits of Al-hijamah: in Light of Modern Medicine and Prophetic Medicine. Salah Mohamed El Sayed American Journal of Medical and Biological Research, 2014, Vol. 2, No. 2, 46-71

A questo punto, grazie alla diluizione e ridistribuzione delle sostanze nocive che si allontanano dai nocicettori e dalle strutture sensibili, si avranno gli effetti analgesici e di riduzione del tono muscolare di cui abbiamo già parlato.

———————————–

La caratteristica fondamentale che differenzia la coppettazione da tutte le altre terapie manuali è che essa CREA SPAZIO. Attraverso la pressione negativa si ha uno scollamento degli strati cutanei, che consente un miglior drenaggio dei tessuti ed una maggiore scorrevolezza dei diversi piani fasciali.

Come è possibile vedere da questa ecografia

(A-D) Spessore dei tessuti sottocutanei al di sotto del muscolo Trapezio, misurati con ultrasuoni, prima e dopo la coppettazione con pressione negativa di 200 hPa.

coppettazione_103

  • Prima della coppettazione: 0,47cm
  • Immediatamente dopo coppettazione: 0,89cm
  • 130 minuti dopo: 0,75cm
  • 18 ore dopo la coppettazione: 0,56cm

 

EFFETTI COLLATERALI

Gli effetti dopo la coppettazione spesso includono eritema, edema ed ecchimosi, con caratteristica forma circolare. Questi segni possono necessitare da alcuni giorni a settimane per scomparire completamente.

“Consequences of cupping. Manber, H., Kanzler, M., The New England Journal of Medicine, 1996”

“Modalities of Chinese medicine. Xue, C.C. et Al., A Comprehensive Guide to Chinese Medicine. World Scientific, 2003”

“Cupping: east meets west. Yoo, S.S., Tausk, F., International Journal of Dermatology, 2004.”

mfxi-stp_104

QUANDO PUO’ ESSERE UTILIZZATA?

In tutti i disturbi muscolo-scheletrici cronici ed acuti, come cervicalgia, lombalgia, contrattura muscolare, fascite plantare, tendinopatia del tendine di Achille, trocanterite oppure dopo traumi muscolari e/o articolari.

Nei problemi di origine posturale, al fine di ridurre le tensioni muscolari.

Nella riabilitazione post-intervento, per la cura della cicatrice, al fine di contrastare la formazione di aderenze che potrebbero limitare il recupero.

“Il Cupping Massage (o coppettazione con massaggio) diminuisce il dolore ed aumenta la soggettiva sensazione di benessere in pazienti con cervicalgia cronica non- specifica. L’incremento della soglia del dolore è consistente, con una ridotta sensibilizzazione periferica dei tessuti profondi.”

“The effects of five sessions of cupping massage on chronic non-specific neck pain: a randomized controlled pilot study. Schumann et al., BMC Complementary and Alternative Medicine, 2012.”